Perdipiave

Nell'antico borgo di Soccher

Da Col di Neve a Pieve di Cadore

Nell’antico borgo di Soccher

Ago. 7th | Posted by 1 comments
Nell’antico borgo di Soccher

Il borgo di Soccher è una piccola frazione nel Comune di Ponte nelle Alpi.
Qui, assieme a Pierpaolo Collarin, incontriamo un gruppo di amici e profondi conoscitori di questo territorio: Italo Pierobon della Pro Loco di Ponte nelle Alpi, il prof. Augusto Modolo e il prof. Agostino Sacchet che ci guidano alla scoperta del paese e delle zone circostanti verso Longarone.
Soccher è stato storicamente uno dei maggiori centri di produzione e approvvigionamento di mole in pietra per i mulini e di questa attività ne sono oggi rimasti visibili diversi segni nelle mura delle antiche case. I nostri esperti compagni di viaggio ci mostrano anche una mostra dedicata al ritrovamento delle mole e agli scavi effettuati in questa zona, oltre che alla storia di questo suggestivo borgo bellunese.
Camminando lungo il sentiero che da Soccher porta a Faè, abbiamo quindi incontrato la diga di Soverzene che forma il lago artificiale della Val Galina e alimenta un’importante centrale idroelettrica gestita dall’Enel.
Il letto del Piave in quest’area è particolarmente scosceso e impervio, generando correnti di elevata intensità che, nei periodi di piena, rappresentano un impressionante spettacolo della natura.

Share Button

1 comment Commenta

Trackbacks/Pingbacks
  1. Sulla "olta delle mole" a Cadola - 24 settembre 2013

    […] abbiamo potuto scoprire la lavorazione delle mole in questa zona visitando l’antico borgo di Soccher distante pochissimi chilometri.In questo tratto il Piave mostra anche la forza delle sue acque, tra […]

Commenta





reset all fields

Partner Ufficiali

Consorzio Bim
Consorzio Bim
Consorzio Bim
Consorzio formaggio Piave DOP Regione veneto
Centro Piave
Coné
Pan Piuma

I Vini di Perdipiave

Perlage
Casa Roma

Abbigliamento

SUN68

Partner tecnici

AKU
Bottecchia biciclette
Lucchetta camper

Media partner

7 Gold
Radio Bellla e monella
Radio Marilù

Riprese video e
post-produzione

Claudio Polotto